Sospensione dell’attività didattica nella giornata di martedì 26 Marzo 2024

Stemma Comune di Rocca San GiovanniIl Sindaco di Rocca San Giovanni, Dott. Fabio Caravaggio, vista le comunicazione ufficiale della E-distribuzione, fornitore di zona dell’energia elettrica, con la quale si rende nota la sospensione di energia elettrica nella giornata di martedì 26 Marzo 2024, nella zona del centro storico di Rocca San Giovanni, in particolare nell’area in cui risulta ubicata la struttura che ospita le scuole di ogni ordine e grado;

ritenuto che la mancata erogazione dell’energia elettrica compromette le condizioni di vivibilità delle strutture e in considerazione delle ripercussioni che l’assenza di energia avrebbe sull’impianto di riscaldamento e sulla disponibilità di acqua calda;

ha disposto la sospensione delle attività didattiche di ogni ordine e grado che si svolgono all’interno del Plesso scolastico “Ericle D’Antonio” di Rocca San Giovanni nella giornata di martedì 26 Marzo 2024.

Interruzione di energia elettrica nella giornata di martedì 26 Marzo 2024

logo_comune

 

Si comunica che, nella giornata di martedì 26 Marzo 2024, verrà interrotta l’energia elettrica per effettuare lavori sugli impianti in alcune aree del territorio comunale.

Martedì 26 Marzo dalle ore 09.00 alle ore 16.00 nelle vie:

- Corso Garibaldi 1, da 5 a 9, da 13 a 15, da 25 a 29, da 33 a 37, da 41 a 45, da 8 a 18, da 22 a 30, 38,42,50;
- Piazza degli Eroi 11, da 14 a 19, da 22 a 24;
- Vicolo dei Mulini da 1 a 5, da 6 a 8;
- Vicolo II dei Mulini da 1 a 3, da 9 a 11, 17;
- Largo Lentisco 2, da 6 a 8, da 12 a 17;
- Vicolo Padre Rosati da 2 a 4; 4c, 13;
- Viale Raffaele Paolucci 3, 7, 11, 15, 16, 25;
- Vicolo del Portico 2, 3, da 6 a 11;
- Vicolo del Pozzo da 3 a 6;
- Vicolo Bastioni da 3 a 9, 13, 22;
- Vicolo Abate Oderisio 17, 25;
- Vicolo Sant’Antonio da 2 a 7;
- Contrada Coste del Mulino 99;
- Via Cesare Battisti 4;
- Vicolo IV Novembre da 1 a 9, da 12 a 16.

Consultazione pubblica per la programmazione delle misure di prevenzione della corruzione e di trasparenza da inserire nella sezione del P.I.A.O. 2024/2026 SEZIONE “VALORE PUBBLICO, PERFORMANCE E ANTICORRUZIONE” – SOTTOSEZIONE “RISCHI CORRUTTIVI E TRASPARENZA”

Stemma Comune di Rocca San GiovanniLa Legge 6 novembre 2012 n. 190, concernente “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e della illegalità nella Pubblica Amministrazione” ed il Decreto Legge 9 giugno 2021 n. 81, convertito dalla Legge 6 agosto 2021 n. 113, dispongono che alcune amministrazioni/enti siano chiamati a programmare le strategie di prevenzione della corruzione nel “Piano integrato di attività e organizzazione” (PIAO), da adottare annualmente insieme ad altri strumenti di pianificazione.

A fine di provvedere alla pianificazione della sottosezione del PIAO indicata in oggetto, si intende avviare un percorso partecipativo aperto sia ai cittadini, alle Organizzazioni Sindacali, alle Associazioni dei consumatori e degli utenti, agli Ordini professionali e imprenditoriali, ai portatori di interessi diffusi e, in generale, a tutti i soggetti che fruiscono delle attività e dei servizi prestati dal Comune di Rocca San Giovanni (stakeholders esterni) sia a tutti i soggetti interni all’amministrazione (stakeholders interni).

Qualsiasi interessato, interno ed esterno all’Amministrazione, a partecipare all’elaborazione della sottosezione del PIAO  2024/2026 “Rischi corruttivi e trasparenza”, può inviare proposte, suggerimenti o osservazioni entro il giorno 29 marzo 2024,  partendo dal Piano Integrato di Attività e Organizzazione (PIAO) 2023/2025, pubblicato sul sito istituzionale di questo Ente alla sezione “Amministrazione Trasparente – Altri Contenuti – Prevenzione della Corruzione, con le seguenti modalità, utilizzando i moduli uniti al presente avviso:

- a mezzo posta elettronica al seguente indirizzo:  segretario@comuneroccasangiovanni.it

- a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: comune.roccasangiovanni@pec.it

- tramite posta ordinaria indirizzata al Comune di Rocca San Giovanni, Piazza degli Eroi, n. 14.

Documentazione allegata:

Avviso pubblico
Modello stakeholders interni
Modello stakeholders esterni

Elezioni regionali del 10 marzo 2024 – Risultati elettorali on line

Stemma Comune di Rocca San GiovanniSi informa la cittadinanza che per le elezioni regionali del 10 marzo 2024 è attivo il portale Risultati elettorali dove sono stati inseriti, in tempo reale, i dati provenienti dalle tre sezioni elettorali del Comune di Rocca San Giovanni: Risultati Elettorali - Dettaglio Candidati

Orari apertura Ufficio elettorale per consegna tessere elettorali o richiesta di duplicati per l’elezione del Consiglio Regionale e del Presidente della Giunta Regionale

In vista delle elezioni regionali di Domenica 10 marzo 2024, si invitano gli elettori a controllare di essere in possesso della tessera elettorale e che vi siano ancora spazi disponibili.
Al fine di garantire il ritiro delle tessere elettorali non consegnate ed il rilascio dei duplicati in caso di smarrimento, furto o deterioramento, si informa la cittadinanza che l’ufficio elettorale del Comune  resta aperto nei giorni e negli orari di seguito indicati:

- Venerdì 8 marzo 2024 dalle 9:00 alle 18:00
- Sabato 9 marzo 2024 dalle 9:00 alle 18:00
- Domenica 10 marzo 2024 dalle 7:00 alle 23:00 (per tutta la durata delle operazioni di voto)

Maggiori informazioni ai seguenti recapiti: +39 0872/60121

protocollo@comuneroccasangiovanni.it

comune.roccasangiovanni@pec.it

Orari di apertura dell’Eco-sportello nel mese di marzo e raccolta dei rifiuti classificati come ingombranti e di quelli speciali RAEE

ecocalendario

Si comunica ai cittadini residenti che l’Eco-sportello della Rieco S.p.A., situato presso la nuova sede nel locale della Protezione Civile in Via Cesare Battisti, nel mese di Marzo osserverà i seguenti orari:

martedì 5 Marzo 2024 dalle ore 10:30 alle ore 12:00;
martedì 26 Marzo 2024 dalle ore 10:30 alle ore 12:00.

L’Amministrazione Comunale comunica, inoltre, che la raccolta dei rifiuti classificati come ingombranti e di quelli speciali RAEE (Rifiuti Elettrici ed Elettronici) sarà effettuata giovedì 7 e 21 Marzo 2024. Per prenotare il ritiro basta recarsi direttamente presso l’Ufficio Protocollo nei giorni di apertura al pubblico oppure chiamare il centralino al numero 0872 60121 (interno 6) dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 12:00 o tramite mail al seguente indirizzo: protocollo@comuneroccasangiovanni.it.

Inizia l’era della raccolta differenziata 4.0
Scarica Junker, l’unica App che aiuta a fare la raccolta differenziata in maniera semplice, veloce e soprattutto senza errori.

Elezioni Europee 2024 – Esercizio del diritto di voto dei cittadini EU

logoeuropee

In occasione delle prossime elezioni del Parlamento europeo, che in Italia si svolgeranno l’8 e 9 giugno 2024, i cittadini dell’Unione europea residenti in Italia possono esercitare il diritto di voto nel comune di residenza iscrivendosi nelle liste elettorali aggiunte istituite nel Comune stesso. La domanda di iscrizione deve essere presentata al Sindaco del Comune di residenza entro lunedì 11 marzo 2024.

L’istanza non deve essere presentata dai cittadini dell’Unione che siano stati già iscritti nella lista aggiunta in occasione delle precedenti elezioni europee e che non abbiano revocato tale iscrizione. L’eventuale trasferimento di residenza in altri Comuni italiani di cittadini UE già iscritti determina l’iscrizione d’ufficio nelle liste aggiunte del Comune di nuova residenza.

Gli Stati che fanno parte dell’ Unione Europea oltre all’Italia sono Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Per l’iscrizione è necessario compilare l’apposito modulo, che deve essere inviato unitamente a copia del proprio documento di identità, con una delle seguenti modalità:

  1. a mezzo di posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: comune.roccasangiovanni@pec.it
  2. a mezzo posta ordinaria (farà fede la data di ricevimento) inviandolo a: Comune di Rocca San Giovanni – Ufficio Elettorale, Piazza degli Eroi n. 14 – 66020 Rocca San Giovanni (CH)
  3. con consegna a mano presso Ufficio protocollo negli orari di apertura al pubblico

I moduli di domanda, distinti per cittadinanza, sono inoltre liberamente scaricabili in calce alla presente pagina, oppure reperibili presso l’Ufficio Elettorale comunale, oppure liberamente scaricabile del sito del Ministero dell’interno al seguente link Europee 2024-Modulo optanti

Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio Elettorale ai seguenti recapiti:
email comune.roccasangiovanni@pec.it
Tel 0872 60121

In allegato:

Lettera Informativa
Manifesto informativo-all-c

Modulo optanti Bulgaria new
Modulo optanti Rep Ceca
Modulo optanti Croazia
Modulo optanti Francia
Modulo optanti Irlanda
Modulo optanti Lettonia
Modulo optanti Polonia
Modulo optanti_Romania
Modulo optanti Ungheria

 

VADEMECUM IN MATERIA DI PROPAGANDA ELETTORALE, CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLO SVOLGIMENTO DI COMIZI E RIUNIONI ELETTORALI.

regionali

1) INIZIO DELLA PROPAGANDA ELETTORALE E DIVIETO DI ALCUNE FORME DI PROPAGANDA

In primo luogo, si rammenta che dal 300 giorno precedente quello della votazione inizia la c.d. campagna elettorale e a partire da tale data, ai sensi dell’art. 6 della legge n. 212/1956, sono vietati:

• il lancio o getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico;

• ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa, a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne delle sedi dei partiti;

• ogni forma di propaganda luminosa mobile.

2) ORARIO E DURATA DEI COMIZI E DELLE RIUNIONI ELETTORALI

I comizi e le riunioni elettorali saranno tenuti:

- dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16.00 alle ore 23.30 dei giorni feriali;

- dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16.30 alle ore 24 nei giorni prefestivi e festivi e l’ultimo giorno di campagna elettorale.

Ogni comizio o riunione elettorale avrà una durata massima di 75 minuti, con intervallo di 15 minuti tra un comizio o riunione elettorale e l’altra nel caso in cui i comizi stessi o le riunioni elettorali si svolgano nella stessa via o piazza.

Sarà inoltre consentito a ciascun partito o gruppo politico di tenere in ogni Comune fino a tre comizi o riunioni elettorali della durata di 2 ore.

Conseguentemente, i comizi o riunioni elettorali potranno svolgersi con inizio alle ore io – 11.30 – 16 – 17.30 – 19 – 20.30 – 22; nei pomeriggi dei giorni prefestivi e festivi ore 16,30 – 18 – 19,30 – 21 – 22,30.

Agli orari anzidetti potranno essere apportate le necessarie modifiche per consentire i comizi © riunioni elettorali di 2 ore di cui alla facoltà suindicata.

Gli orari sopra specificati dovranno essere rigorosamente rispettati e gli eventuali ritardi nell’inizio non daranno diritto a recuperi; questi potranno essere consentiti solo qualora manchi l’oratore successivo. Nel corso dei comizi o riunioni elettorali non potranno effettuarsi contraddittori.

 3) PREAVVISO E TURNI DEI COMIZI E DELLE RIUNIONI ELETTORALI

Al fine di disciplinare al meglio l’utilizzo delle piazze e la turnazione nello svolgimento dei comizi, si concorda quanto segue.

Il partito o gruppo promotore invierà richiesta esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata:

- al Questore, per il Comune di Chieti, all’indirizzo PEC dippsl21 .OOFO@pecps.poliziadistato.it :

- al Dirigente dei Commissariato di P.S. per i Comuni di Lanciano e Vasto, rispettivamente ai seguenti indirizzi PEC: dipps121.5100@pecps.poliziadistato.it (Comm. P.S. Lanciano);

dipps121.5200@pecps.poliziadistato.it (Comm. P.S. Vasto);

- per tutti gli altri Comuni, al Sindaco (alla PEC del Comune) il quale, per i servizi di ordine pubblico, avvertirà tempestivamente la competente Stazione Carabinieri.

Nella richiesta saranno specificati l’orario di inizio, la piazza prescelta, il nome dell’oratore, la durata del comizio o riunione elettorale, nonché il nome e cognome e i contatti del referente autorizzato a modificarne, eventualmente, i termini.

Ciascuna richiesta dovrà essere trasmessa all’Autorità locale di Pubblica Sicurezza sopra indicata nei 3 giorni antecedenti quello del comizio ed esclusivamente via PEC, anche allo scopo di certificare l’ordine cronologico di prenotazione dell’area interessata.

In caso di più richieste per comizi concomitanti nello stesso luogo, ai fini dell’assegnazione di quest’ultimo varrà l’ordine di presentazione delle richieste via PEC.

Nell’ultima giornata della campagna elettorale potranno tenersi soltanto comizi della durata massima dì 75 minuti, onde consentire a tutti i soggetti politici interessati dì partecipare alla chiusura della citata campagna elettorale.

4) LUOGO DI SVOLGIMENTO DEI COMIZI E DELLE RIUNIONI ELETTORALI

In tutti i Comuni, i comizi e le riunioni elettorali non potranno tenersi rivolgendosi all’auditorio dai locali delle sedi dei partiti, né dalle sedi delle Case Comunali o all’interno delle stesse.

Tuttavia, a decorrere dal giorno di indizione dei relativi comizi, ai sensi dell’art. 19, comma 1, della legge 10 dicembre 1993, n. 515, i Comuni, sulla base di proprie norme regolamentari e senza oneri a proprio carico, sono tenuti a mettere a disposizione dei partiti e movimenti politici presenti nella competizione elettorale, in misura eguale tra loro, i locali di loro proprietà già predisposti per conferenze e dibattiti.

Si concorda che le riunioni e gli incontri di propaganda elettorale da tenersi all’interno di locali pubblici, o comunque aperti al pubblico, non sono soggetti a limitazioni di numero, ma gli stessi saranno comunicati alle autorità di Pubblica Sicurezza indicate nel precedente paragrafo 3).

5) PROPAGANDA ELETTORALE FONICA SU MEZZI MOBILI

Nel periodo di campagna elettorale, l’uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito solo nei termini e nei limiti di cui all’art. 7, comma 2, della legge n. 130/1975, ai sensi del quale l’uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito soltanto per il preannuncio dell’ora e del luogo in cui si terranno i comizi e le riunioni di propaganda elettorale e solamente dalle ore 9 alle ore 21,30 del giorno della manifestazione e di quello precedente, salvo diverse motivate determinazioni più restrittive adottate da parte degli enti locali interessati relativamente agli orari anzidetti.

Inoltre, ai sensi dell’art. 59, comma 4, del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 (regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada), come modificato daH’art. 49 del D.P.R. 16 settembre 1996, n. 610, la propaganda elettorale mediante altoparlante installato su mezzi mobili è subordinata alla preventiva autorizzazione del Sindaco o, nel caso in cui si svolga sul territorio di più comuni, del Prefetto della provincia in cui ricadono i comuni stessi.

Le relative istanze, concernenti la pubblicità fonica sul territorio di più comuni, dovranno essere indirizzate, con congruo anticipo, alla Prefettura di Chieti a mezzo PEC protocollo.prefch^pec.interno.it, o depositate a mano presso la Prefettura stessa.

6) PROPAGANDA ELETTORALE FIGURATIVA SU MEZZI MOBILI

Sulla base delle direttive fornite dal Ministero dell’Interno, deve ritenersi ammessa ogni forma di propaganda figurativa non luminosa eseguita con mezzi mobili.

Naturalmente i veicoli che rechino tali mezzi di propaganda devono avere i requisiti richiesti dalle norme sulla circolazione stradale.

In particolare, la propaganda elettorale effettuata tramite un veicolo in movimento e a carattere figurativo non rientra nei divieti sopra indicati, in quanto essa da una parte non costituisce affissione e dall’altra non è né propaganda elettorale luminosa o figurativa a carattere fisso, né propaganda luminosa mobile.

La legittimità di tale forma di forma di propaganda elettorale risiede però nel fatto che il veicolo sia in movimento; in caso contrario si configura la realizzazione di una forma di propaganda elettorale figurativa a carattere fisso.

Pertanto, è vietata la sosta prolungata ed ingiustificata dei mezzi adibiti a propaganda mobile.

Deve ritenersi ammessa la possibilità di realizzare soste di breve durata (es. soste tecniche), mentre il rimessaggio deve avvenire obbligatoriamente in luoghi

che non consentano la visibilità dall’esterno.

7) CONDOTTA DEI COMIZI E DELLE RIUNIONI ELETTORALI

I rappresentanti dei partiti e dei movimenti politici si impegnano a svolgere azioni presso i propri aderenti affinché la campagna elettorale si attui nel massimo ordine e col reciproco rispetto della libertà di comizi e di manifestazioni e secondo le esigenze di un beninteso spirito democratico, nella consapevolezza che non saranno in alcun modo tollerati attentati alla libertà dei comizi o delle riunioni elettorali, manifestazioni di intolleranza, suoni in pubblico di inni non consentiti.

Ciascun partito potrà utilizzare il tempo assegnato per lo svolgimento di comizi per suonare canzoni o inni, limitatamente ai primi trenta minuti.

Al termine di ciascun comizio o riunione elettorale il partito che l’ha tenuto potrà suonare una sola canzone o inno, la cui durata non potrà eccedere sette minuti e trenta secondi.

Subito dopo potrà eventualmente iniziare a suonare inni il partito che terrà in prosieguo il comizio o la riunione elettorale.

8) DISCIPLINA DELLE AFFISSIONI

La delimitazione ed assegnazione degli spazi per le affissioni di propaganda diretta per le consultazioni elettorali è effettuata dalla Giunta comunale.

In particolare, le Giunte devono provvedere all’assegnazione degli spazi entro due giorni dalla ricezione delle comunicazioni sull’ammissione stessa.

Si rammenta il divieto di iscrizioni murali o di quelle su fondi stradali, rupi, argini, palizzate e recinzioni, di forme di propaganda figurativa o luminosa a carattere fisso, del lancio o getto di volantini, di affissione di striscioni nonché il divieto di affissione di manifesti del candidato, in modo visibile dall’ esterno, nelle sedi dei comitati elettorali.

I manifesti di propaganda elettorale possono essere affissi solo all’interno delle sedi dei partiti e dei comitati.

Secondo l’orientamento maggiormente condiviso, non ricorre illecito quando il manifesto, posto ad almeno 50 cm dalla vetrina, sia visibile al passante, che si fermi dinanzi ad un locale che, per essere fornito di vetrine, consenta anche la visione all’interno. Pertanto, costituisce illecito il manifesto affisso sulla vetrina verso l’esterno; di contro, non costituisce illecito il manifesto affisso all’interno del locale e visibile all’esterno attraverso la vetrina.

Non costituiscono violazione delle norme suddette le insegne recanti le sedi dei partiti ovvero le sedi dei comitati elettorali.

Prescindendo dalle sanzioni a carico dei responsabili, si ribadisce che i Sindaci devono provvedere subito a far defiggere il materiale che interessi direttamente o indirettamente la campagna elettorale indebitamente affisso in posti differenti dagli appositi spazi oppure negli spazi stessi da parte di chi non vi abbia titolo.

A tale proposito, giusta art. 4 della legge n. 212/1956 e successive modifiche e integrazioni, è fatto divieto di scambi e di cessioni delle sezioni di spazio assegnate tra le varie liste o i vari candidati anche all’interno della stessa coalizione.

Gli organi di Pubblica Sicurezza vigileranno assiduamente sull’ osservanza delle norme in materia di affissioni elettorali e provvederanno agli adempimenti conseguenti a carico dei responsabili di abusi e alle segnalazioni del caso alle amministrazioni comunali perché dispongano la rimozione del materiale di propaganda indebitamente affisso.

Elezioni Regionali 10 Marzo 2024 – Nominativi degli scrutatori sorteggiati

logo_comune

Si rende noto l’elenco degli scrutatori sorteggiati dalla Commissione Elettorale Comunale per le operazioni relative alle Elezioni del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio Regionale della Regione Abruzzo di domenica 10 marzo 2024.
Per ulteriori informazioni invitiamo a rivolgersi presso l’Ufficio Elettorale del Comune.

Elenco degli Scrutatori

 

Avviso pubblico per la concessione in uso di spazi di vendita del pescato presso il mercatino del pescato in località Vallevò

logo_comune

Il Comune di Rocca San Giovanni intende dare in concessione n. 4 spazi per la vendita diretta del pescato presso la struttura ubicata in località Vallevò, denominata Mercatino del pescato. E’ possibile presentare relativa domanda entro il 13/11/2023.

Avviso pubblico per vendita pescato

Domanda partecipazione

 

Fatturazione elettronica PA

Informazioni per pagamenti e fatturazione

I pagamenti a favore del Comune di Rocca San Giovanni possono essere effettuati su:

Pagamenti da parte di PRIVATI
Le uniche modalità di pagamento sono attraverso l'utilizzo di PagoPA ovvero modello F24

IBAN PER ENTI PUBBLICI
IT 23 H 01000 03245 400300304210

P.IVA
00216740696

UFFICIO FATTURAZIONE ELETTRONICA
UFJHIA

Codice iPA
c_h439

Albo pretorio

Albo Pretorio

Archivio pubblicazioni